maggio 2018

 

Possiamo controllare macchine CNC direttamente dal nostro browser usando CNCjs anche da Raspberry PI. In questo tutorial vedremo come installare il software in Fedora 28. Le istruzioni sono disponibili sulla pagina ufficiale a questo link https://cnc.js.org/ . La prima operazione consiste nel clonare il repository da GitHub, quindi vediamo di installare git nel nostro sistema operativo: apriamo il terminale ed incolliamo:

su -c ‘dnf install git’

siamo quindi pronti per clonare da Git con:

git clone https://github.com/creationix/nvm.git ~/.nvm

così facendo andremo a creare una directory nascosta nella nostra home (~/.nvm), spostiamoci quindi all’interno di questa ed installiamo nvm con un solo comando, incolla:

cd ~/.nvm && git checkout `git describe –abbrev=0 –tags` && cd .. && . ~/.nvm/nvm.sh

Ora dobbiamo aggiungere alcune righe alla file di .bashrc, apriamo il file con gedit:

gedit ~/.bashrc

ed incolliamo alla fine:

export NVM_DIR=”$HOME/.nvm”
[ -s “$NVM_DIR/nvm.sh” ] && . “$NVM_DIR/nvm.sh” # This loads nvm

salviamo ed usciamo da Gedit (Ctrl+S).

Con i comandi seguenti installeremo Node:

nvm install 10 && nvm use 10

Installiamo il Package Manager Javascript con:

npm install npm@latest -g

Cerchiamo il pacchetto cncjs che andremo ad installare:

npm search cncjs

Intalliamo CNCjs come normale utente (non root) con:

npm install -g cncjs

Se dovesse apparire un messaggio di errore come il seguente

ridare il comando. L’installazione dovrebbe andare a buon fine e terminare con:

Bene, ora siamo pronti per avviare il server con:

cnc

Visualizziamo l’interfaccia web dell’applicazione inserendo nel campo di ricerca del nostro browser

localhost:8000

Cliccando sull’icona dell’ingranaggio in alto a sinistra possiamo impostare la lingua italiana dalla scheda General > Language

 

La guida è riferita alla distribuzione Fedora 28, ma è stata provata anche in altre distribuzioni (ad esempio Manjaro Gnome, con la differenza dell’uso del gestore pacchetti pacman invece che dnf) e funziona!